App anti-Zanzara: virus o realtà?



Qualche anno fa, in commercio, era piuttosto facile trovare alcuni sensori che sfruttando gli ultrasuoni promettendo di tenere lontane le zanzare.

Ovviamente, la cosa ora è stata riproposta sugli smartphone, basta scaricare l’app dedicata.

É così quindi, che da Android ad iTunes l’app anti-zanzare in estate si sta espandendo a macchia d’olio, peccato solo che a detta degli utenti si tratti di un virus.

I pareri in merito sono contrastanti, chi l’ha scaricata però effettivamente ha potuto constatare la sua inefficacia anche se qualcuno giura solennemente che funzioni, io stessa ho sperimentato sia da iPhone sia da Android che il software è totalmente inutile seppur esistente.

Di un opinione diversa invece sono altri utenti della rete che scaricandolo si sono trovati dinnanzi a pubblicità e a virus lamentandosi quindi di aver avuto a che fare con qualcosa di assolutamente inutile e anche nocivo per il sistema operativo del telefono.

Addirittura la casa che l’ha realizzata, la Digitaran ha proposto una versione aggiornata e anche a pagamento.

Alla fine il consiglio migliore resta quello quando possibile di affidarsi ai buoni vecchi sistemi non replicabili per il momento dalla tecnologia informatica.

D’altra parte dubbi sul buon funzionamento dell’app sarebbero dovuti sorgere a molti di voi.

Quando ancora in commercio si trovavano i dispositivi ad ultrasuoni, gran parte dell’utenza che li aveva acquistati si lamentava proprio della loro inefficacia, ad oggi la cosa non è cambiata, che si tratti di un semplice oggetto dedicato o del nostro telefono, gli ultrasuoni emessi veri o finti che siano sono assolutamente inefficaci nel difenderci da questi fastidiosissimi e antipatici insetti che appena possono colgono l’occasione per pungerci alla grande.