Facebook privacy: meno sicurezza sui dati trasmessi



Tutte le volte che facebook viene aggiornato arrivano dagli utenti pareri contrastanti, chi apprezza le nuove modifiche chi invece le rifiuta preferendo di gran lunga le vecchie impostazioni.

Stavolta Mark Zuckerberg e sviluppatori devono aver proprio sbagliato qualcosa. Il protocollo è infatti passato da https ad http. Se per molti di voi questo è arabo lasciate che vi spieghi semplicemente cosa significa: il protocollo http (Hypertext Transfer Protocol) è più rapido e veloce per la navigazione ma meno sicuro, infatti i dati che viaggiano su questa linea non sono ne protetti ne controllati. Il protocollo https (Hypertext Transfer Protocol Secure) invece è più sicuro e permette che i dati restino segreti perchè cifrati. Ottimale per transazioni bancarie o per acquisti on line è un piccolo accorgimento che ogni utente dovrebbe avere prima di eseguire transazioni dove i propri dati personali o conti correnti potrebbero essere messi a rischio. Zuckeberg stavolta senza avvisare, da la possibiltà solo a chi se ne accorge o a chi conosce il sistema dei protocolli di scegliere. Infatti andando su impostazioni per la privacy si aprirà il menù Impostazioni di sicurezza e alla voce protezione/ navigazione potremmo correggere questo piccolo disagio che il social network ha tentato di causarci. Ma perchè è così importante mantenere un protocollo https? È presto detto. Un hacker esperto grazie ad un semplicissimo troijan o spyware è in grado di lanciare finte finestre di login per l’accesso e da un computer remoto controllare l’immissione di e mail e password per rubare i dati. Mantenendo l’accesso sicuro questo diventa enormemente difficile. Già dalla pagine del login infatti si può controllare e quindi accedere in totale fiducia.

E’ sempre bene proteggere i propri dati personali anche se si tratta di semplici foto o di un semplice nome e cognome, c’è da ricordasi che connesso al nostro account facebook ne abbiamo uno email dentro il quale potremmo avere informazioni ben più importanti.