Facebook Tag: Face.com e il riconoscimento facciale



Face(punto)com è stato acquistato da Facebook. La piattaforma sembra fare importanti passi avanti nei software che permettono il riconoscimento facciale.

L’azienda Israeliana che ha creato questo programma l’ha venduto per una cifra ignota al social network che conta di utilizzarlo per i tag specialmente per quanto riguarda i dispositivi mobili dal momento che digitare ogni singolo nome da uno smartphone può diventare molto seccante.

L’azienda che produce questo software ideato con un complesso algoritmo ne ha sviluppati anche altri simili, alcuni si promettono anche di rivelare l’età di chi è stato fotografato.

Decisamente un po invasivo per la privacy dell’utente. La risorsa però se gestita bene ed integrata correttamente con le impostazioni sui Tag del social Network, a differenza di quanto molti pensano, non dovrebbe dare eccessivi problemi di privacy.

Già da ora, è infatti possibile decidere se consentire o meno Tag sia su nostre foto sia su foto di altre persone, in totale rispetto della normativa sulla privacy e dell’utente.

L’unico problema, potrebbe davvero nascere se Facebook oltre al software di riconoscimento avesse deciso di acquistare anche quello che rivela l’età di una persona. Una mossa del genere, potrebbe essere presa in considerazione dal social network ma andrebbe come ben sappiamo contro ogni normativa sulla privacy, ognuno infatti, dovrebbe essere libero di poter decidere se rivelare o meno la sua età anagrafica.

La cosa positiva di Face(punto)com è che alla fine di quest’estate, i problemi nel caricare le foto delle vacanze con amici si ridurranno notevolmente, taggarli infatti sarà molto più semplice, ci sarà infatti un programma a farlo per noi.