Google acquista Sparrow ma lo lascerà a pagamento?



Google ha acquisto Sparrow che, per chi non lo sapesse era un client di posta ideato da un’azienda francese che consentiva, proprio come tunderbird, ad esempio di leggere la posta dal proprio computer a pagamento però.

In passato è stato principalmente impiegato per lo sviluppo di prodotti a marchio Apple ma ora, sembra proprio che da Mountain View sia arrivato il colpaccio.

Sparrow è un client veramente molto interessante difatti è molto completo e supporta vari protocolli come IMAP e POP3 ma non solo, permette di poter leggere dal proprio computer le mail di AOL, Gmail e Hotmail.

Il passaggio nelle mani di Google dovrebbe quindi segnare una svolta bilaterale. Da un lato la grande G potrà migliorare Gmail prendendo spunto da qualche funzione presente in Sparrow, e d’altra parte, l’ex client francese entrerà probabilmente restando a pagamento, a pieno titolo nella famiglia Google.

I software gratuiti che permettono la lettura di mail dal proprio computer, stanno lentamente scomparendo dal mercato.

Recentemente, Mozilla ha infatti comunicato la notizia che nemmeno Tunderbird verrà più aggiornato, motivo questo che spinge sempre più a pensare, che se un utente voglia leggere la posta da un programma particolare sul proprio pc si dovrà attrezzare acquistandolo.

A proposito di questo, pare che la cifra sborsata da Google per Sparrow si aggiri intorno ai 25 milioni di dollari, uno dei motivi appunto che hanno ingolosito tanto la grande G risiede anche nel fatto che una delle aziende che ha contribuito allo sviluppo di prodotti a marchio Apple, ora è di proprietà proprio di Mountain View.