Legalize Love: La guerra all’omofobia di Google



Il sogno di molte persone è creare e vivere in un mondo dove tutti siano uguali e in cui ogni essere umano abbia gli stessi privilegi e gli stessi diritti di un altro senza patire la fame, il razzismo e la discriminazione.

Sarebbe davvero bellissimo che fosse così, e Google ci crede, tanto è vero che ha deciso di portare avanti una campagna a favore dei diritti di gay, lesbiche, transgender, e bisessuali.

Il progetto della grande G è davvero molto bello e molto ambizioso che si prefigge di lottare per far ottenere a queste persone, dalla società ancora giudicate diverse, gli stessi diritti di degli altri.

La campagna, Legalize Love ha quindi l’obiettivo di combattere la diversità e la discriminazione almeno, per questo concerne l’orientamento sessuale.

Google ha infatti dichiarato: “Legalise Love è il nostro richiamo a decriminalizzare l’omosessualità ed eliminare l’omofobia nel mondo”. Un progetto davvero ambizioso che ci auguriamo che Google riesca a portare avanti.

La campagna, toccherà tutto il mondo e partirà da due stati come Polonia e Singapore dove l’omosessualità non è vista di buon occhio.

Quasi certamente quindi, anche nel nostro paese potremmo assistere a Legalize Love. L’ambizioso progetto di Google infatti si prefigge di sbarcare in ogni stato dove ci sia una sede della Grande G.

Come infatti riportato da Mark Palmer-Edgecumube “Vogliamo che i nostri dipendenti gay o lesbiche, o ancora transgender, possano godere delle stesse libertà cui hanno diritto i nostri impiegati nella nostra azienda”. Palmer-Edgecumbe non manca di dire che il progetto è davvero molto ambizioso ma naturalmente Google ed i suoi dipendenti sperano nella sua riuscita.