Nasce Twigis, il social network per bambini sviluppato da RCS e Tweegee



E’ online il sito Twigis.it, il primo social network dedicato interamente ai bambini. Twigis rappresenta la versione italiana di Tweegee.com, social network sorto nel 2008 e che conta ben più di 4 milioni di utenti sparsi nel mondo. Twigis.it arriva in Italia grazie alla collaborazione del gruppo RCS con, appunto, il gruppo israeliano Tweegee.

Twigis.it vuole essere un punto di riferimento online per tutti quei bambini di età compresa tra i 6 ed i 12 anni, in un’era in cui la navigazione online non ha affatto confini temporali e d’età.  Dunque con questo social network viene offerto ai piccoli internauti uno spazio sicuro e controllato per esprimere la propria creatività, giocare ed imparare, interagire con i propri amici e compagni di scuola. Dunque, in sostanza, si vuol intercettare il crescente pubblico di bambini sul web offrendo loro una piattaforma divertente ed istruttiva, dove si mescolano news ma anche giochi.

Si pensi che, fino ad ora, alla versione beta di Twigis.it si sono registrati oltre 4000 bambini, con circa un milione di pagine viste ed un tasso di crescita mensile del 50%! Inoltre ogni utente registrato naviga in media 19 minuti e visita circa 80 pagine in ogni sessione. Numeri incoraggianti, che mostrano la potenzialità dell’idea nata nel 2008 e più che mai necessaria in tempi “pericolosi” come questi.

Su Twigis.it i bambini possono creare il proprio profilo, fare esperienze di mondo virtuali, seguire le proprie passioni e divertirsi con i tanti giochi messi a disposizione. Ovviamente le news nazionali ed internazionali selezionate sono ” a misura di bambino”, così come i contenuti condivisibili, i calendari personali, i forum e le chat. In generale possiamo dire che ogni particolare della piattaforma è pensato per stimolare fantasia e creatività dei più piccoli, in modo da creare un’ambiente colorato e coinvolgente, oltre che assolutamente sicuro.

La realizzazione di Twigis.it ha visto anche la collaborazione della Polizia di Stato, ottenendone il patrocinio. Infatti la navigazione di minori sul web è una tematica delicata e che preoccupa non poco famiglie ed istituzioni. Ecco perchè su questo nuovo social network tutte le attività ed i post sono costantemente monitorati e moderati. Infatti ogni discussione o messaggio viene sottoposto ad approvazione prima di poter essere pubblicato, in modo da proteggere i ragazzi da contenuti inappropriati. Non a caso sono state siglate importanti partnership con Telefono Azzurro e con Moige, entrambi partecipanti all’analisi ed alla definizione della struttura e dei contenuti di Twigis.it. Dunque le mamme ed i papà possono stare finalmente tranquilli: se vostro figlio non riesce proprio a fare a meno della navigazione online, iscrivetelo a Twigis.it.