Twitter, come funziona e come utilizzare la nuova funzione di ricerca



Twitter è ormai, al pari di facebook, il social network più utilizzato da milioni di utenti (famosi e non) iscritti. Come funziona e come utilizzare le sue funzioni è ormai noto ai più, ma allo stesso tempo vi sono delle “pecche” che Twitter sta cercando di correggere. Tra queste, in molti avranno notato che il sito “dell’uccellino” è privo di contenuto. Contenuto inteso come produzione primaria di una notizia. Il che equivale a dire che, se da una parte il celebre social network conosce tanto a livello di parole, frasi o immagini rilevanti, dall’altra parte i nostri post risultano spesso “scollegati” perchè Twitter non conosce i termini che noi andiamo a scrivere. Prendete ad esempio i trend, in cui si possono leggere le ricerche più popolari condotte sul social network: se noi prendiamo la parola #Italia, uno dei trend di ricerca, il sito ci riporterà tutti i post in cui compare questo termine, ma noi non sapremo mai perchè #Italia compare in un post e non in un altro. In pratica, il suo contesto specifico.

Ecco che Twitter ha dunque pensato di colmare questo gap, che crea un certo divario con chi produce notizie, agenzie e testate. E’ dunque in arrivo una nuova funzionalità di ricerca che trasformerà il sito dell'”uccellino” in un vero contenitore di break news e destinazione sulle ultime notizie, passando dall’essere un aggregatore di parole ad un aggregatore di notizie. Come funzionerà questa nuova funzione di ricerca su Twitter? Quando un nuovo termine comincerà ad essere virale su Twitter, la nuova API della piattaforma invierà la query al Servizio mechanical di Amazon.

Amazon è un marketplace sviluppato in crowdsource dove i programmatori coordinano e dirigono attività solitamente eseguite dai pc. In pratica una tendenza su Twitter verrà considerata non solo in termini di rilevanza numerica, ma anche contestuale. E ciò grazie al lavoro a tanti collaboratori sparsi per il Pianeta, che in modo volontario posteranno foto, video e storie categorizzate in modo specifico. Insomma con questa nuova funzionalità Twitter metterà in difficoltà non poche agenzie. Google news è avvisato.

 
twitter-logo