Youtube: uno dei principali mezzi d’informazione?



 

Youtube ora è tra i sistemi di informazione più importanti. Se lo dite ai vostri genitori probabilmente vi rideranno in faccia abituati ancora ai canali informativi più tradizionali. In realtà il tubo, offre conoscenza a 360 gradi e intrattenimento on demand.

Tra le cose in assoluto più cliccate e ricercate nel corso del 2011 l’attualità è in testa e i video più visti riguardano lo Tsunami ed il terremoto in Giappone.

Tuttavia, tra la moltitudine di notizie più che affidabili e serie si trovano anche tante false informazioni messe in rete da persone che hanno voglia di perdere tempo o che, come si dice in gergo, amano “trollare”.

Il tubo, è nato nel 2005 con l’idea di trasmettere se stessi Broadcast yourself è sempre stato il suo slogan.

Migliaia di persone in tutto il mondo ogni giorno condividono musica, video, tutorial o informazione in maniera del tutto libera e personale. Alcuni network sia italiani che stranieri, hanno inoltre ritenuto funzionale, per incrementare i loro guadagni, aprire dei canali liberi dove sono stati caricati i filmati trasmessi sulle emittenti televisive di riferimento e visionabili per intero proprio sulla piattaforma quando e come ci va di farlo.

Lo stesso discorso è stato fatto dalle etichette discografiche che come introiti tra i loro profitti, registrano anche la visione dei video da parte degli utenti o dei loro iscritti.

Lo studio del Pew Research Center, ha messo in luce quindi che Youtube è tra i principali mezzi di informazione ma dovrebbe farci riflettere su come la diffusione delle notizie sta cambiando e sul peso che noi stessi possiamo avere nel diffondere correttamente le informazioni attraverso filmati, immagini e la nostra persona.